Auro Palomba

Era il 2009 quando Auro Palomba in un editoriale per la newsletter di Fondazione Nord Est si chiedeva come sarà il mondo dopo la crisi. “Migliore, peggiore o semplicemente diverso? E, soprattutto, quando ne usciremo?” sono alcuni dei quesiti che si poneva nove anni fa il giornalista, attuale Presidente del gruppo Community. Domande che ancora oggi continuano a farsi in molti.
Nella sua analisi Auro Palomba osservava come la crisi economica fosse arrivata piuttosto rapidamente, accompagnata da pochissime previsioni: “Sono ancora meno quelli che oggi si lanciano in disegni sugli scenari futuri“. L’esperto di comunicazione faceva notare anche come si trattasse “della prima crisi globale“, la cui origine poteva essere individuata “nel modello finanziario anglosassone, più specificatamente americano“.
Auro Palomba, fondatore di Community, chiudeva il suo editoriale chiedendosi anche se la crisi avrebbe potuto rivelarsi “meritocratica” come auspicato all’epoca da qualche studioso. “Potremmo essere in presenza, per la prima volta, di uno scenario che non punisce indistintamente buoni e cattivi, ma che scrolla dall’albero le mele più mature per lasciare in vita quelle più forti” scriveva l’esperto di comunicazione spiegando che nel colpire “settori e regioni in modo differente” avrebbe comunque potuto danneggiare ulteriormente “all’interno del medesimo comparto solo le imprese che erano già prima in maggiore difficoltà“. Parole che a nove anni di distanza suonano quasi profetiche.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Auro Palomba: l’editoriale del 2009 sull’impatto della crisi economica, 5.0 out of 5 based on 1 rating https://www.economiafinanza.eu/wp-content/uploads/2018/05/Auro-Palomba-678x1024.jpghttps://www.economiafinanza.eu/wp-content/uploads/2018/05/Auro-Palomba-150x150.jpgEconomia FinanzaMercatiAuro Palomba,Community
Era il 2009 quando Auro Palomba in un editoriale per la newsletter di Fondazione Nord Est si chiedeva come sarà il mondo dopo la crisi. 'Migliore, peggiore o semplicemente diverso? E, soprattutto, quando ne usciremo?' sono alcuni dei quesiti che si poneva nove anni fa il giornalista, attuale Presidente...