Press "Enter" to skip to content

Luigi Ferraris: Terna, picco storico in Borsa il 28 gennaio 2020

Nuovo massimo storico in Borsa per Terna. Raggiunto lo scorso 28 gennaio, ha visto il titolo del Gruppo guidato da Luigi Ferraris arrivare ai 6,460 euro per quota. Il record di capitalizzazione di mercato della società si è livellato quindi sui 12,9 miliardi di euro.
Quotata in Borsa dal 2004, Terna è tra i principali operatori europei di reti per la trasmissione dell’energia. Da inizio anno il progresso in Borsa registrato da Terna oltrepassa il +7%. A guidare il Gruppo è Luigi Ferraris, nominato nel 2017 Amministratore Delegato e Direttore Generale. Da allora l’AD e DG ne ha improntato la crescita puntando su sostenibilità e decarbonizzazione. È quanto dice anche il Piano 2019-2023, che prevede investimenti per oltre 6 miliardi di euro nella rete elettrica italiana con l’obiettivo di renderla sempre più sicura, efficiente e sostenibile. Spazio dunque a progetti a ridotto impatto ambientale per ammodernare le infrastrutture già esistenti o realizzarne di nuove in cavo interrato o sottomarino.
Per quanto riguarda la politica dei dividendi, il Piano lanciato nel marzo 2019 dall’AD e DG Luigi Ferraris prevede dal 2019 al 2021 un CAGR del dividendo per azione (DPS) pari al 7%, rispetto al dividendo di competenza dell’esercizio 2018. Per gli anni 2022 e 2023 invece un payout del 75%, con un dividendo minimo comunque garantito pari al dividendo di competenza dell’esercizio 2021.

Per maggiori informazioni:
https://www.firstonline.info/borsa-enel-record-di-capitalizzazione-e-terna-al-massimo-storico/

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Luigi Ferraris: Terna, picco storico in Borsa il 28 gennaio 2020, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*