Press "Enter" to skip to content

Riva Acciaio crede nella ripresa: investimenti per 88 milioni di euro

Difficile non rilevare nei bilanci presentati nei giorni scorsi dalle grandi realtà aziendali gli effetti della pandemia che lo scorso anno ha investito il mondo e quelli della crisi che ne è derivata. Leader europeo nel settore siderurgico, Riva Acciaio ha dato grande prova di resistenza e determinazione nonostante le evidenti difficoltà del periodo proseguendo nel suo programma annuale di investimenti. Il piano ammonta a 88 milioni di euro: “Il gruppo si è posto nelle condizioni di essere pronto a cogliere quella ripresa che si sta registrando nei primi mesi di quest’anno, puntando a mantenere nel medio e lungo termine la propria leadership nel segmento di riferimento a livello europeo”, spiegano i vertici.
In effetti nel primo trimestre del 2021 sono emersi alcuni primi segnali di una ripresa della domanda e dei prezzi sul mercato. In particolare Riva Acciaio ha aumentato la produzione del 18% (1.666 milioni le tonnellate di acciaio prodotte). In crescita del 21% il fatturato, a quota 881 milioni di euro: “In assenza di eventuali e ulteriori interventi governativi limitativi delle attività produttive è ragionevole presumere per il Gruppo Rfe un risultato in deciso miglioramento rispetto all’esercizio appena concluso”.
Fondata nel 1954 da Emilio Riva, Riva Acciaio è tra le principali realtà siderurgiche italiane: specializzata nei prodotti lunghi e negli acciai di alta qualità, annovera una leadership consolidata grazie all’esperienza acquisita in oltre sessant’anni di attività.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*