Press "Enter" to skip to content

Stefano De Capitani: project financing, il ruolo nel processo di trasformazione dei Comuni in Smart Cities

Le città sono chiamate alla svolta dell’innovazione e la sfida della PA locale è mettere in campo progetti bancabili: per Stefano De Capitani il project financing rappresenta in questo contesto “uno strumento potente per investire in beni e servizi a favore degli stessi Comuni”. Il presidente di Municipia S.p.A. lo spiega in un approfondimento sui suoi canali social rilevando come, in ottica di trasformazione smart, “se l’obiettivo dei Comuni più grandi è quello di stare al passo con le nuove tecnologie per offrire servizi sempre più attenti ai bisogni dei propri cittadini e “contendersi”, così, il ruolo di città più evoluta digitalmente, diversa è la situazione per i Comuni più piccoli, che si trovano a fare i conti con risorse e competenze spesso non adeguate”.
Il Pnrr e i fondi messi a disposizione per la sua realizzazione rappresentano sicuramente “un sostegno, soprattutto per quelle realtà pubbliche che si trovano a fronteggiare bilanci che non permettono loro di fare progetti e investimenti a lungo termine”: per il presidente Stefano De Capitani non bisogna però dimenticare “che le risorse del Piano sono per due terzi a debito e, seppure a condizioni agevolate, devono essere restituite”. Per la governance pubblica è quindi fondamentale “prendere atto che la strada per lo sviluppo non può escludere un’unione di risorse e competenze pubbliche e private”, anche considerando che la “vera sfida della PA locale è quella di realizzare opere pubbliche che prevedano alla base la loro sostenibilità nel tempo”.
Mettere in campo progetti che siano da subito bancabili diventa quindi necessario. E non solo: “Un altro aspetto estremamente importante è dato dal fatto che i mezzi finanziari privati non implicano rischi per il pubblico, visto che gli stessi rimangono a carico del privato e che, fattore altrettanto importante, queste risorse consentono alla PA locale di limitare l’impatto sulla spesa pubblica”. Ecco dunque perché il project financing diventa quindi “uno strumento potente”, per richiamare le parole del presidente di Municipia S.p.A., che consente ai Comuni di investire in beni e servizi a proprio favore.
Tuttavia mettere in pratica questa cooperazione significa “smontare il pregiudizio che spesso ha accompagnato l’entrata di realtà private in ambiti pubblici, vedendo in questa interazione il tramite per favorire il soggetto privato”. L’invito del presidente Stefano De Capitani è quindi ad impostare “un nuovo mind-set che vede nel risultato finale del benessere della collettività il fine reale delle politiche di collaborazione”.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*